Accesso rapido

Giovedì, 24 Aprile 2014

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Progetto Fosse

Le graduatorie dei progetti 2014

Calciando senza barriere

Ultimi 10 commenti

Risposta ad "aiuto urgentissimo" 23-04-2014, ore 12:55 scritto da Noemi
per valentina caruso 23-04-2014, ore 12:10 scritto da Lucrezia
a Maura 23-04-2014, ore 12:08 scritto da Gianmarco
Per Giammarco 23-04-2014, ore 11:14 scritto da Davide
Risposta a Francesca del gruppo Spagna e al gruppo stesso! 23-04-2014, ore 08:44 scritto da Maria Cristina
Infermiere 23-04-2014, ore 08:11 scritto da Gianmarco
aiuto urgentissimo 22-04-2014, ore 20:55 scritto da maura
malta 3 agosto 22-04-2014, ore 19:10 scritto da valentina caruso
iscrizione 22-04-2014, ore 09:04 scritto da alfio
malta 22-04-2014, ore 07:06 scritto da Lucrezia

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Lavoro minorile - Delocalizzazione e sfruttamento



Nonostante le continue lotte, il lavoro minorile rappresenta tutt′oggi un nemico ostico, una piaga difficile da sradicare.
Quello dello sfruttamento è un fenomeno ancora fortemente attuale: sono oltre 120 milioni i bambini che, nel mondo, vengono sfruttati e impiegati in lavori spesso disumani.
In Italia, solo nel 2000, sono stati accertati 800 casi di sfruttamento lavorativo di bambini al di sotto dell′età richiesta: minori adibiti a mansioni lavorative faticose, usuranti e nocive.
Anche al di fuori dei confini nazionali le imprese italiane (e non solo) ricorrono alla manodopera minorile: si tratta di aziende che si sono trasferite all’estero e hanno avviato attività in paesi come la Romania, l′Albania, la Polonia, l′India e la Thailandia.
La delocalizzazione, il fenomeno economico che consiste nello spostare un′attività economica da un luogo d′origine ad uno di destinazione, al fine di ridurre i costi della produzione, può dar vita anche a fenomeni di sfruttamento.
Purtroppo, infatti, il lavoro minorile può rappresentare uno dei risvolti negativi e oscuri del trasferimento delle imprese dai Paesi ricchi a quei paesi (spesso poveri) in cui vengono negati i diritti fondamentali dell′uomo.

Miriam Minnucci

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Parsifal

Le nostre coop

Eventi

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...