Accesso rapido

Domenica, 21 Aprile 2024

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Consorzio Parsifal presenta FIBER

Ultimi 10 commenti

Info 27-12-2022, ore 17:40 scritto da Roberto
Diploma di maturità 29-01-2021, ore 21:48 scritto da Annamaria Napoletano
Tutto vero 05-04-2020, ore 14:17 scritto da Leopoldo
Grazie❤️ 20-03-2020, ore 15:31 scritto da Anna Di Maio
operatrice infanzia 05-10-2019, ore 11:41 scritto da simona
Terza Media 13-09-2019, ore 20:59 scritto da Ba Mahamadou
Informazioni 02-09-2019, ore 23:08 scritto da Giada
O. S. S. 26-05-2019, ore 09:16 scritto da Maira Natalizia
Donna 23-04-2019, ore 00:00 scritto da Valentina Pesoli
.. 26-02-2019, ore 17:43 scritto da White

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Coop - Due atti intimidatori ai danni di due imprese agricole


Due gli incendi provocati, nell′arco di pochi giorni, ai danni di due cooperative sociali, una calabrese e l′altra campana. Nella notte del 5 luglio è stata infatti incendiata una parte dei terreni de L′erbaio, l′appezzamento a coltura biologica situato a Lamezia Terme (CZ) e  gestito dalla cooperativa sociale ′Le Agricole′. La cooperativa fa capo alla comunità Progetto Sud di don Giacomo Panizza, in passato già vittima di intimidazioni.
Il secondo incendio è invece avvenuto nel casertano, precisamente a Sessa Aurunca, dove, nella notte tra martedì e mercoledì,  sono stati dati alle fiamme i quattro ettari di terreno confiscati al clan Moccia e gestiti dalla cooperativa sociale ′Al di là dei sogni′. Si tratta, inoltre, dell’ennesimo atto intimidatorio ai danni di una cooperativa del consorzio campano NCO (Nuova Cooperazione Organizzata).
Due notizie, queste, che lasciano sgomenti. Il Consorzio Parsifal esprime la sua solidarietà nei confronti delle due cooperative vittime delle aggressioni sopra descritte. Ancora una volta il lavoro di chi fa della cooperazione uno strumento di riscatto, di emancipazione e di legalità viene osteggiato con mezzi criminali.
«Se quattro ettari  di terreno - così si legge in una nota del Comitato don Peppe Diana, associazione di promozione sociale attiva nel casertano - sono rasi al suolo, senza che le fiamme coinvolgano i terreni vicini a meno di 20 metri, non può essere solo un caso. Non è un caso neppure l′incendio che ha danneggiato i terreni de ′L′erbario′ bruciando rigogliose coltivazioni della cooperativa sociale ′Le Agricole′ di Lamezia Terme».
Il presidente della regione Calabria ha invece dichiarato «È un atto grave che colpisce tutta la comunità e contro il quale occorre reagire con forza e unità. Sulla strada dell′onestà, della legalità, dell′affermazione dei valori, occorre andare avanti, accanto a quanti la percorrono con coraggio e determinazione».
L.L.

Fonti
Il Lamentino
Campania Notizie

Tag associati

Commenti

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • I cura cariI cura cari

    Un romanzo poetico: allo stesso tempo un romanzo-pugno e un romanzo-carezza. Ma - aggiungiamo - anche un...