Accesso rapido

Lunedì, 26 Febbraio 2024

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Consorzio Parsifal presenta FIBER

Ultimi 10 commenti

Info 27-12-2022, ore 17:40 scritto da Roberto
Diploma di maturità 29-01-2021, ore 21:48 scritto da Annamaria Napoletano
Tutto vero 05-04-2020, ore 14:17 scritto da Leopoldo
Grazie❤️ 20-03-2020, ore 15:31 scritto da Anna Di Maio
operatrice infanzia 05-10-2019, ore 11:41 scritto da simona
Terza Media 13-09-2019, ore 20:59 scritto da Ba Mahamadou
Informazioni 02-09-2019, ore 23:08 scritto da Giada
O. S. S. 26-05-2019, ore 09:16 scritto da Maira Natalizia
Donna 23-04-2019, ore 00:00 scritto da Valentina Pesoli
.. 26-02-2019, ore 17:43 scritto da White

contenuto

Volontariando: la storia

Tra i settori di attività in cui Parsifal si è contraddistinto nel corso degli anni vi è quello del servizio civile nazionale. Era il 2003 quando il Parsifal presentava all’Ufficio Nazionale per il servizio civile la richiesta di accreditamento per l’iscrizione nell’allora Albo Nazionale provvisorio degli enti di servizio civile nazionale nell’ambito della 2° classe. Passato poi, nel 2006, alla 1° classe degli enti di servizio civile del Lazio, l’organizzazione complessiva del Consorzio contava – in ambito regionale - 143 sedi di attuazione di servizio civile, di cui 2 in Sardegna e 5 Abruzzo. A partire dal 2003, Parsifal ha avuto finanziati 222 progetti di servizio civile e impiegato oltre 1200 volontari, prevalentemente nella Regione Lazio, ai quali si aggiungono, dal 2014, anche progetti e volontari in Abruzzo e, per la prima volta nel 2021 anche in Sardegna (3 progetti per complessivi 9 volontari).

La tabella che segue ne dà compiuta indicazione.

L’esperienza del servizio civile ha permeato nel tempo la stessa struttura organizzativa del Consorzio e delle sue cooperative: diverse figure professionali presenti all’interno delle nostre strutture, anche in ruoli apicali, provengono infatti dall’esperienza di servizio civile nazionale (stimiamo almeno il 7/9% dei volontari impiegati negli anni).

A partire dal 4 maggio 2019, ai sensi delle norme vigenti in materia di servizio civile universale, i previgenti albi (nazionale e regionali) non sono più in vigore: contestualmente a questa scadenza il Consorzio ha avviato la procedura per il nuovo accreditamento nell’Albo unico per il Servizio civile universale (conditio sine qua non per la presentazione di nuovi progetti). L’istruttoria di accreditamento si è conclusa a marzo 2020 e a maggio 2020 sono stati presentati i progetti avviati nel 2021 (23 in totale) secondo le modalità previste dalla legge attualmente in vigore, ovvero raggruppando i progetti, prima presentati singolarmente, in cornici organiche di riferimento, i programmi, che rappresentano la fotografia complessiva dei territori e dei bisogni territoriali sui quali progetti vogliono intervenire e si riagganciano a linee “politiche” nazionali: ciascun programma deve infatti collocarsi in uno degli ambiti di azione individuati dal Dipartimento PGSCU e agganciarsi, in linea più generale, a uno o più obiettivi dell’Agenda ONU 2030.

Nel corso del 2021 sono stati presentati altri 2 programmi – per complessivi 11 progetti e 123 volontari. Ai programmi presentati dal Consorzio hanno partecipato anche, come co-progettanti e co-programmanti il CSV Lazio, l’ETS Acque Correnti e l’ente Piccola Casa della Divina Provvidenza – Cottolengo, che hanno progettato per 4 progetti e complessivi 74 volontari.

Tra novembre 2021 e gennaio 2022 si è conclusa la procedura di valutazione e di definizione dei programmi e progetti finanziati: anche in questo caso si è avuta un’unica graduatoria a livello nazionale, nella quale i programmi e progetti del Consorzio degli enti coprogrammanti hanno ricevuto positiva valutazione ma sono rimasti tra i non finanziati, anche a seguito dell’incremento delle risorse finanziarie disponibili. Nel corso del 2022 nessuno dei progetti presentati, dunque, ha potuto avere attuazione.

Nel 2022 Parsifal ha partecipato - in qualità di ente coprogrammante, insieme a Endofap Nazionale (ente capofila) e alla Piccola Casa della Divina Provvidenza – Cottolengo - alla presentazione del programma Semi di Pace, con 15 progetti per complessivi 113 volontari da impiegare nelle province di Frosinone, Latina, Roma, Viterbo, Caserta, Pescara, Chieti, Cagliari e Sassari. Il programma è stato positivamente valutato e finanziato e l′avvio delle attività è avvenuto a maggio 2023.

Nel 2023 la coprogrammazione tra Parsifal, Endofap Nazionale (ente capofila) e Piccola Casa della Divina Provvidenza – Cottolengo si è reiterata con la presentazione del programma Giovani per la Pace, a cui Parsifal contribuisce sempre con 16 progetti per complessivi 101 volontari da impiegare nelle province di Frosinone, Latina, Roma, Viterbo, Caserta, Pescara, e Cagliari. Il programma è stato positivamente valutato e finanziato e l′avvio delle attività è previsto per la tarda primavera 2024.

focus

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • I cura cariI cura cari

    Un romanzo poetico: allo stesso tempo un romanzo-pugno e un romanzo-carezza. Ma - aggiungiamo - anche un...