Accesso rapido

Mercoledì, 28 Febbraio 2024

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Consorzio Parsifal presenta FIBER

Ultimi 10 commenti

Info 27-12-2022, ore 17:40 scritto da Roberto
Diploma di maturità 29-01-2021, ore 21:48 scritto da Annamaria Napoletano
Tutto vero 05-04-2020, ore 14:17 scritto da Leopoldo
Grazie❤️ 20-03-2020, ore 15:31 scritto da Anna Di Maio
operatrice infanzia 05-10-2019, ore 11:41 scritto da simona
Terza Media 13-09-2019, ore 20:59 scritto da Ba Mahamadou
Informazioni 02-09-2019, ore 23:08 scritto da Giada
O. S. S. 26-05-2019, ore 09:16 scritto da Maira Natalizia
Donna 23-04-2019, ore 00:00 scritto da Valentina Pesoli
.. 26-02-2019, ore 17:43 scritto da White

contenuto

Dicono di noi

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati
Il Tempo
Latina
03.01.2007
edizione on line
Terracina
Malati di mente: esperimento «appartamento»

Malati di mente. A Terracina è attiva un′iniziativa unica in provincia. Si tratta di un gruppo-appartamento, costituito da sei persone. E′ un progetto voluto fortemente dal Csm locale. Esso, così come è organizzato, vuole essere la risposta alternativa ai ricoveri nelle cliniche o in altri centri. Si chiama «Domus Carminia» l′esperienza di integrazione socio-sanitaria, alla quale hanno lavorato il Comune, la Asl ed il Terzo settore (nella fattispecie il Consorzio «Parsifal» e le cooperative sociali «Le Ali della Fenice» e «Insieme»).
 
Competenze specifiche, sanitarie, sociali, riabilitative e di supporto alla persona sono state messe in comune per un′unica mission: un′esperienza di residenzialità, di cui si trovano poche tracce nella stessa realtà regionale. Il gruppo appartamento è costituito da un piccolo nucleo di utenti adulti, colpiti dallo stigma della malattia mentale. Siamo lontani anni luce dai manicomi. Dalla riforma ottenuta con la legge 180 in poi molta acqua è passata sotto i ponti della cultura psichiatrica.
 
Il nuovo «verbo» è, oggi, la creazione di piccole comunità alloggio, dove la riabilitazione è legata alle consuetudini dell′abitare. Meno spazio, quindi, ai ricoveri istituzionalizzati, peraltro gravosi dal punto di vista economico e sconsigliabili dal punto di vista della qualità della vita. La casa viene ritenuta uno straordinario contenitore, capace di coagulare affetti e rappresentazioni, di veicolare immagini dando ad esse una collocazione spazio-temporale. La casa è un luogo rassicurante della memoria, uno spazio vitale che testimonia l′inserimento della persona nelle relazioni e nella cultura della realtà sociale esterna.
 
Rossella Bersani

Tag associati

Commenti

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • I cura cariI cura cari

    Un romanzo poetico: allo stesso tempo un romanzo-pugno e un romanzo-carezza. Ma - aggiungiamo - anche un...