Accesso rapido

Domenica, 14 Luglio 2024

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Consorzio Parsifal presenta FIBER

Ultimi 10 commenti

Info 27-12-2022, ore 17:40 scritto da Roberto
Diploma di maturità 29-01-2021, ore 21:48 scritto da Annamaria Napoletano
Tutto vero 05-04-2020, ore 14:17 scritto da Leopoldo
Grazie❤️ 20-03-2020, ore 15:31 scritto da Anna Di Maio
operatrice infanzia 05-10-2019, ore 11:41 scritto da simona
Terza Media 13-09-2019, ore 20:59 scritto da Ba Mahamadou
Informazioni 02-09-2019, ore 23:08 scritto da Giada
O. S. S. 26-05-2019, ore 09:16 scritto da Maira Natalizia
Donna 23-04-2019, ore 00:00 scritto da Valentina Pesoli
.. 26-02-2019, ore 17:43 scritto da White

contenuto

Dicono di noi

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati
La Provincia
Ceprano
02.02.2007
pagina 21

pietro_noceApre il centro socio-educativo

Nato per i ragazzi con devianze, servirà nove centri della provincia

 

E’ stato inaugurato ieri mattina a Ceprano il centro socio educativo intercomunale per i minori, ossia un servizio rivolto ai minori a rischio di devianza di età compresa tra i 6 e i 17 anni. All′appuntamento erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Ceprano Renato Russo, gli assessori Mauro Treppiccioni, Paolo Castaldi e Franco Di Palma; i sindaci di Torrice e Pastena, l′assessore al comune di Pofi, Franco Porretti, l′assessore al comune di Ripi, Patrizia Cortina e Augusto Donati e Pietro Noce, rispettivamente presidente e vicepresidente della Finisterrae, cooperativa associata al Consorzio Parsifal e che sarà delegata a gestire i servizi del centro. La parola è stata subito presa dal sindaco di Ceprano, il quale ha ringraziato tutti i presenti e, in maniera particolare, il suo predecessore Giuseppe Bernardi, che con l′amministrazione passata aveva iniziato questa proposta. Un progetto portato a termine dagli attuali amministratori e che oggi, finalmente, è realtà. Il primo cittadino ha inoltre precisato come la sede dove risiederà il centro è lo stabile che attualmente ospita un asilo nido in via Aldo Moro. Del servizio potranno fruire 24 minori appartenenti a 9 centri. Oltre a Ceprano, infatti, saranno serviti i Comuni di Arnara, Pofi, Ripi, Torrice, Falvaterra, Pastena, San Giovanni Incarico e Strangolagalli. Si tratta, in ogni caso, di una sede provvisoria, poiché quella definitiva sarà lo stabile in via Ponterotto, che ora non è stato possibile occupare poiché in via di ristrutturazione. Subito dopo c′è stato l′intervento dell′assessore Di Palma, che oltre a ringraziare i presenti ha spiegato come si svolgerà il tutto. Il centro sarà aperto nelle giornate del lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 15.30 alle ore 18.30. Lo stesso assessore ha aggiunto che chiederà ulteriori contributi sia alla Regione Lazio che alla Provincia; una mossa per far sì che i giorni di apertura del centro diventino cinque e che, di conseguenza, vi potranno accedere più di trenta ragazzi.

Simona Viselli

Tag associati

Commenti

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • I cura cariI cura cari

    Un romanzo poetico: allo stesso tempo un romanzo-pugno e un romanzo-carezza. Ma - aggiungiamo - anche un...