Accesso rapido

Lunedì, 08 Marzo 2021

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Consorzio Parsifal presenta FIBER

Ultimi 10 commenti

Diploma di maturità 29-01-2021, ore 21:48 scritto da Annamaria Napoletano
Tutto vero 05-04-2020, ore 14:17 scritto da Leopoldo
Grazie❤️ 20-03-2020, ore 15:31 scritto da Anna Di Maio
operatrice infanzia 05-10-2019, ore 11:41 scritto da simona
Terza Media 13-09-2019, ore 20:59 scritto da Ba Mahamadou
Informazioni 02-09-2019, ore 23:08 scritto da Giada
O. S. S. 26-05-2019, ore 09:16 scritto da Maira Natalizia
Donna 23-04-2019, ore 00:00 scritto da Valentina Pesoli
.. 26-02-2019, ore 17:43 scritto da White
Re: Richiesta servizio 30-01-2019, ore 12:23 scritto da Renato

contenuto

Dicono di noi

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati
La Provincia
Latina
23.11.2007
pagina

Martedì a Latina un′iniziativa di confronto pubblico

′ Cinquecento città per la vita ′ contro la pena di morte

 

solidarietàIn tutto il mondo, il 30 novembre ben 500 città per la vita illumineranno un monumento-simbolo contro la pena di morte. A sostegno di questa importante testimonianza di civiltà e solidarietà, anche a Latina un gruppo di associazioni socio-culturali si sta muovendo per divulgare il messaggio della inaccettabilità nel XX secolo del perdurare della pena capitale quale strumento di punizione, trattandosi invece di intervento irreversibile sulla vita del prossimo. Al fine quindi di sensibilizzare i cittadini della provincia e i rappresentanti istituzionali, le associazioni Forum delle Idee presieduta da Domenico Di Resta, Amnesty International rappresentata da Emilio Raimondi, Circolo "Arcobaleno" Legambiente Latina 1 con Gustavo Giorgi, Gian Marco Proietti per la Micro Macro,Aggesci Scout Latina 1 con i Capi Gruppo Marina Don e Emilio Ranieri, hanno organizzato una importante iniziativa. Martedì 27 novembre alle ore 17 e 30 presso la Sala Museo Cambellotti in piazza San Marco 1 a Latina. Oltre i promotori interverranno il dottor Sandro Palmieri della Comunità di Sant′Egidio e Antoinette Chahine, a testimoniare la realtà orribile di chi vive questa condanna a morte sulla propria pelle. L′iniziativa di martedì vuole quindi essere un′occasione di incontro, approfondimento e confronto pubblico per accendere poi, venerdì 30, quanti più monumenti possibile anche nella nostra provincia. La pena di morte è una spia della barbarie presente in una società. Gli orrori di morte e violenza che la guerra e il terrorismo portano inevitabilmente con sé, provocano un abbassamento del valore della vita e del rispetto per la dignità della persona. Ecco perché la pena di morte viene sempre più avvertita come una violazione irrimediabile della sacralità della vita e della dignità umana, che impoverisce moralmente e civilmente le società che la applicano. Già nel 1998 è promotrice di un significativo appello per una Moratoria Universale che, raccogliendo più di 5 milioni di adesioni, ha dato il via ad un diffuso e capillare percorso di consapevolezza sui temi della giustizia e della pena capitale, che ha permesso di conoscere davvero la realtà di chi vive nei bracci della morte nei diversi paesi del mondo. Oggi la Comunità di Sant′Egidio insieme alle principali associazioni per i diritti umani raccolte all′interno della World Coalition Against the Death Penalty è ancora in prima linea in questo viaggio verso la civiltà, e sta promuovendo un′iniziativa a livello mondiale per sostenere l′istituzione della Giornata Internazionale delle "città per la vita -città contro la pena di morte". Il 30 novembre, con un gesto fortemente simbolico proprio nel giorno in cui si ricorda la prima abolizione al mondo della pena di morte da parte del Granducato di Toscana nel 1786, le città del mondo impegnate nel richiedere la Moratoria della pena capitale scelgono di illuminare un monumento significativo. Quest′anno l′appuntamento acquista un particolare rilievo perché è stata già approvata dalla terza Commissione dell′Assemblea Generale dell′Onu e a metà dicembre sarà sottoposta alla votazione dell′Assemblea generale la risoluzione presentata da vari paesi su iniziativa dell′Italia e dell′UE; sulla moratoria per la pena di morte. A questa iniziativa planetaria stanno aderendo ogni giorno tante associazioni, movimenti, e amministrazioni cittadine che il prossimo 30 novembre 2007 diventeranno così "città per la vita - città contro la pena di morte", accomunate dal principio che non c′è giustizia senza la vita.

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...