Accesso rapido

Lunedì, 08 Marzo 2021

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Consorzio Parsifal presenta FIBER

Ultimi 10 commenti

Diploma di maturità 29-01-2021, ore 21:48 scritto da Annamaria Napoletano
Tutto vero 05-04-2020, ore 14:17 scritto da Leopoldo
Grazie❤️ 20-03-2020, ore 15:31 scritto da Anna Di Maio
operatrice infanzia 05-10-2019, ore 11:41 scritto da simona
Terza Media 13-09-2019, ore 20:59 scritto da Ba Mahamadou
Informazioni 02-09-2019, ore 23:08 scritto da Giada
O. S. S. 26-05-2019, ore 09:16 scritto da Maira Natalizia
Donna 23-04-2019, ore 00:00 scritto da Valentina Pesoli
.. 26-02-2019, ore 17:43 scritto da White
Re: Richiesta servizio 30-01-2019, ore 12:23 scritto da Renato

contenuto

Dicono di noi

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati
Ciociaria Oggi
Frosinone
13.11.2007
pagina 2

Martedì prossimo l′audizione della società Adf SpA in Commissione Trasporti della Camera

Aeroporto all′atto finale

Il governo stanzia fondi per potenziare lo scalo di Perugia. Scalia: buon segnale per noi

 

Giorni decisivi per la scelta del luogo in cui realizzare il terzo scalo aereo civile del Lazio desti­nato ad ospitare, in tutto o in parte, i voli che attualmente gra­vano sull′aeroporto di Campi­no. E quello di martedì prossimo potrà costituire un giorno deter­minante per le sorti del progetto elaborato dalla Adf SpA, la socie­tà guidata dal presidente della Provincia Francesco Scalia che si sta battendo a spada tratta per ottenere la localizzazione dello scalo alle porte del capoluogo ciociaro.

Per il 20 novembre prossimo, infatti, la società Aeroporto di Frosinone è stata convocata alla Camera dei deputati per la previ­sta audizione della Commissione parlamentare ai Trasporti.

In pratica, quella di martedì prossimo potrebbe costituire l′ul­tima occasione per i fautori del progetto frusinate di dimostrare, carte e studi tecnici alla mano, che la scelta di Frosinone è la migliore possibile. Soprattutto per via della situazione dei colle­gamenti con Roma, più rapidi ed efficaci rispetto a quelli vantati dagli altri concorrenti diretti: Vi­terbo e Latina.

Sarà lo stesso presidente Scalia a guidare la delega­zione ciociara alla Camera dei deputati; con lui i vertici della società Adf e i tecnici che hanno predisposto il progetto. «Non ci aspettiamo il verdetto sulla scelta del luogo dove realizzare l′aero­porto, scelta che spetta in ultima analisi al Ministero dei Trasporti - spiega Scalia - ma certamente l′audizione di martedì prossimo sarà molto importante per il no­stro progetto. Sono sicuro che sapremo sottolineare l′opportu­nità di indicare Frosinone come

sede del nuovo scalo civile».

Intanto, Scalia pare confortato anche da un′altra novità: lo stanziamento di ben 35 milioni di euro (25 impegnati dallo Stato grazie ai proventi dell′extragettito fiscale e 10 erogati direttamen­te dalla Regione Umbria) per il potenziamento dell′aeroporto ci­vile di Perugia. Con tali fondi, lo scalo umbro potrà allinearsi con gli standard europei passando dalla classe B alla classe E. Il che gli consentirà di ospitare un nu­mero di voli nettamente superiore a quello attuale, che si aggira attorno ai 100 mila passeggeri all′anno.

L′annuncio del finanziamento pubblico è giunto ieri nel capo­luogo umbro per bocca del presi­dente della società che gestisce lo scalo perugino (Sase SpA) Mario Fagotti, del presidente della Re­gione Umbria Maria Rita Lorenzetti e di Vito Riggio, presidente dell′Enac.

Una novità che rinvigorisce le speranze di Frosinone di spuntar­la nella gara con le dirette concorrenti, in virtù del fatto che lo scalo perugino è piuttosto vicino a Vi­terbo, la città che ad oggi sembra avere con Frosinone le maggiori possibilità di ospitare il nuovo scalo aereo. «Questo fatto renderebbe ancora più incomprensibile una scelta a favore di Viterbo -commenta il presidente della Pro­vincia di Frosinone - E′ chiaro che i due scali sarebbero troppo vicini e dunque in evidente competizione fra loro».

Non per questo Scalia rinuncia alla sua ormai proverbiale pru­denza: «Mi piace restare con i piedi ben saldi a terra - spiega il presidente - Per questo preferisco non interpretare i segnali; a me interessano solo gli atti concreti. Certo, dopo aver stanziato una somma così ingente per potenzia­re l′aeroporto di Perugia, sarebbe alquanto strano che il Governo decidesse di investire somme an­cor più elevate per realizzare un impianto aeroportuale a servizio della stessa area geografica».

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...