Accesso rapido

Mercoledì, 20 Febbraio 2019

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Re: Richiesta servizio 30-01-2019, ore 12:23 scritto da Renato
Richiesta servizio 06-01-2019, ore 11:23 scritto da Martina
Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Coop sociali – Lettera ai saggi sull’importanza del sostegno al welfare


La cooperazione sociale, attraverso il portavoce dell’Alleanza delle cooperative sociali Giuseppe Guerini, scrive una lettera alla Commissione dei 10 saggi istituita dal capo dello stato, Giorgio Napolitano.
È questo un gruppo di lavoro costituito dal presidente Napolitano al fine di stabilire quali siano le priorità sulle quali concentrare l’interesse del Paese.

«Mantenere l’Iva per le prestazioni dei servizi socio-sanitari ed educativi resi dalle cooperative sociali al 4 per cento. Realizzare modelli di welfare che sostengano le famiglie grazie allo sviluppo di una rete di servizi e non attraverso dispersione di risorse. Rilancia il Servizio civile e favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate». Questi alcuni dei punti sui quali Guerini focalizza l’attenzione della Commissione nella sua missiva.
Altro punto fondamentale della lettera indirizzata alla Commissione insediata al Quirinale è la ricerca di criteri che favoriscano la: «Sussidiarietà del federalismo fiscale da raggiungere grazie misure quali: rendere stabile il 5x1000 e semplificare le agevolazioni fiscali per le donazioni a enti e organizzazioni senza scopo di lucro».

Un messaggio che vuole essere, dunque, una vera richiesta di supporto al sistema del welfare italiano, additato da Guerini come una: «Leva per lo sviluppo», e alle famiglie, per le quali - cita la missiva - è necessario: «Costruire modelli che non brucino risorse ma le sostengano, poiché esse sono il vero ammortizzatore sociale del paese».
Un mondo, quello della cooperazione sociale, che rappresenta 12mila imprese che danno lavoro a 380mila persone e assistono quotidianamente oltre 6 milioni di cittadini utenti.

«Per questo - conclude la lettera - , proponiamo che l’investimento per l’innovazione e lo sviluppo delle politiche sociali entri a pieno titolo tra gli interventi finalizzati al superamento della crisi presente ed alla ripresa della crescita del Paese».

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...