Accesso rapido

Venerdì, 18 Aprile 2014

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Progetto Fosse

Le graduatorie dei progetti 2014

Calciando senza barriere

Ultimi 10 commenti

Gruppo Spagna 18-04-2014, ore 09:04 scritto da Silvia
Londra 18-04-2014, ore 08:56 scritto da Elisabeth
@Giusy 18-04-2014, ore 07:29 scritto da ele
Spagna 17-04-2014, ore 16:23 scritto da Giusy
Direzione Spagna 17-04-2014, ore 12:04 scritto da Barbara
Cagliari Spagna 17-04-2014, ore 06:23 scritto da Francesca
Direzione Spagna 16-04-2014, ore 20:07 scritto da Barbara
Gruppo Spagna 16-04-2014, ore 15:46 scritto da Alessia
riserva o no?? 16-04-2014, ore 11:37 scritto da Francesca
@Marta 16-04-2014, ore 07:47 scritto da Ele

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Lazio - Fondi per l′integrazione scolastica degli alunni disabili



E′ stato approvato, dalla giunta regionale della Regione Lazio, lo stanziamento di oltre 4,5 milioni di euro finalizzati ad interventi per l′integrazione scolastica degli alunni con disabilità.
Le risorse sono state ripartite tra tutte le province del Lazio in base al numero di studenti disabili presenti nelle rispettive scuole secondarie di secondo grado: Frosinone (604.419,50 euro), Latina (576.772,55), Rieti (163.975,01), Roma (3.000.170,59) e Viterbo (231.662,36).
«Permettere agli alunni disabili di continuare il percorso di studi tra i loro coetanei è per noi fondamentale» ha dichiarato Aldo Forte, assessore alle Politiche sociali e alla famiglia.
L′assessore ha affermato che, a godere dei benefici di questo provvedimento, saranno più di 4.800 ragazzi che frequentano le scuole superiori del Lazio e gli istituti avranno la possibilità di programmare delle attività.
«Mi riferisco - ha aggiunto Forte - all′assistenza specialistica per quegli studenti che presentano disabilità particolari, nonché a interventi formativi individualizzati. Ma anche ai servizi di trasporto da casa a scuola e viceversa, così come a programmi pensati per chi sta per completare il proprio percorso di studi e facilitarne, così, l′ingresso nel mondo del lavoro».
«L′educazione alle diversità - ha concluso l′assessore - è alla base dell′integrazione non solo scolastica, ma anche sociale e poi lavorativa. Una materia che, sebbene non compaia in pagella, dovrebbe sempre avere un peso nella valutazione, perché è la via maestra per abbattere le tante barriere culturali e gli stereotipi che purtroppo ancora circondano il mondo delle disabilità».

Fonte: RomaPerTutti

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti del mese

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Parsifal

Le nostre coop

Eventi

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...