Accesso rapido

Mercoledì, 12 Dicembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Troppo comodo 28-05-2018, ore 20:17 scritto da Angelo
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Minori – Un convegno per promuovere il corretto utilizzo del web


Presso la sala Tirreno della regione Lazio si è svolta il 10 gennaio la conferenza ‘Educare per educare ad un corretto uso del web’ promossa dall’assessorato ai rapporti con gli enti locali e politiche per la sicurezza e dal Moige (Movimento italiano genitori).
L’obiettivo della conferenza era quello di sensibilizzare e informare sull’importanza del corretto utilizzo di internet da parte dei minori e sui rischi connessi ad un uso improprio della rete. Hanno partecipato all’evento 250 tra studenti e docenti che si sono confrontati con esperti della polizia postale e delle comunicazioni. Dal confronto aperto tra esperti e ragazzi sono state comunicate le informazioni utili ad un coretto uso del web e si spera che queste siano poi passate dagli stessi studenti ai propri colleghi. I ragazzi sono stati investiti per l’occasione del titolo di ‘Ambasciatori di un corretto utilizzo di internet’.
Si legge dal sito del Moige che tra i motivi che hanno spinto alla campagna di sensibilizzazione per un corretto utilizzo di internet c’è un indagine condotta nel mese di aprile 2012 dall’Istituto demoscopico Swg, richiesta dallo stesso movimento. I risultati mostrano come due terzi dei minori navigano in internet dalle tre alle quattro ore al giorno di media, il restante terzo (soprattutto di sesso maschile) lo fa per oltre cinque ore. Un altro dato preoccupante è lo scarso controllo dei genitori: solo il 20% pone dei limiti di tempo nella navigazione ai propri figli, il 17% non parla dei rischi del web, e per sei ragazzi su 10 non vi sono filtri per i siti pedopornografici e violenti. La presentazione, presente sul sito, continua dicendo che 4 ragazzi su 10 vengono approcciati in internet da sconosciuti che chiedono dati personali o fanno proposte indecenti (il 40% del campione analizzato, percentuale che arriva a 52 per le femmine). La reazione più comune è di interrompere la comunicazione ma un altro dato dice che la metà di coloro che ha avuto esperienze di questo genere non ne ha fatto parola con nessuno.
A tal proposito risulta fondamentale una collaborazione tra le famiglie e le istituzioni nel prevenire i rischi del web soprattutto fornendo ai ragazzi tutte le informazioni necessarie per tutelarsi.

M.R.

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...