Accesso rapido

Mercoledì, 12 Dicembre 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Servizio civile 06-09-2018, ore 10:18 scritto da Federica
Ansia 25-07-2018, ore 20:49 scritto da Sofia
Emo is love 14-07-2018, ore 20:48 scritto da Emotional
K t fai? 19-06-2018, ore 11:43 scritto da post-emoboy
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 17:52 scritto da Luca
13 GIUGNO 13-06-2018, ore 16:00 scritto da CLAUDIA
Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Troppo comodo 28-05-2018, ore 20:17 scritto da Angelo
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Lazio - Servizi sociali, Forte ai sindaci: «Chiedete al Governo!»



«Sono costretto a chiederle di non presentare all′assessorato il piano distrettuale per la non autosufficienza, ma di inviarlo direttamente al Governo nazionale»: questo il monito che l′assessore Aldo Forte, tramite una missiva, ha rivolto ai sindaci del Lazio, per sensibilizzare l′opinione pubblica sui drammatici effetti dell′ultima manovra finanziaria. La provocazione giunge puntuale, soprattutto in vista del fatidico 15 ottobre prossimo, entro cui i distretti socio-sanitari sono chiamati a presentare i propri piani per la non autosufficienza.

«Questa mia richiesta - spiega Forte - non deriva dalla volontà di inscenare una forma di contestazione simbolica, ma da un dato di fatto allarmante: ad oggi, se le cose non dovessero cambiare, l′assessorato non ha a disposizione le risorse necessarie per finanziare le azioni rivolte ad assistere i minori, gli adulti e gli anziani non autosufficienti e ad aiutare i loro familiari nel loro impegno quotidiano». Secondo le parole di Forte "è in pericolo" dunque l′assistenza domiciliare socio-sanitaria (igiene personale, alimentazione, mobilità). Nomenclatura sotto cui ricadono sia le attività assistenziali programmate dagli enti locali, sia quelle a cui provvedono direttamente le famiglie attraverso operatori accreditati. Inoltre non potrà essere garantita l′assistenza all′anziano, al disabile o al minore che, anche in maniera temporanea, non può provvedere alla cura della propria persona, né condurre una vita normale senza l′aiuto determinante di un′altra persona.

Fonte
Regione Lazio

Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...