Accesso rapido

Lunedì, 18 Giugno 2018

menu accessibilità

A | A | A | normale | alto contrasto | solo testo

Accesso area riservata

Iscriviti alla nostra
newsletter

menu secondario

Infosociale

Riscontrato errori durante la navigazione sul sito?
Aiutaci a eliminarli.
Clicca qui

Focus

Tivoli - 22 maggio 2016

Servizio Civile 2015 - L′elenco dei selezionati

Ultimi 10 commenti

Il tempo non può scalfire 13-06-2018, ore 10:45 scritto da Luca
Al massimo 11-06-2018, ore 09:35 scritto da linus
Mestierarte 22-03-2018, ore 14:31 scritto da Lorenzo
Oss 04-03-2018, ore 14:20 scritto da Vesna
Una sera a Piazza Venezzia. 21-02-2018, ore 11:12 scritto da Marta Rocca
truffa 10-01-2018, ore 09:30 scritto da roberto
Diploma di animazione 28-12-2017, ore 13:36 scritto da Maddalena
nessuno 20-10-2017, ore 19:02 scritto da calogero contino
Informazioni 09-10-2017, ore 09:15 scritto da Monica
EMOtional 25-09-2017, ore 14:19 scritto da Cassandra

contenuto

News

 | Torna all'elenco
Condividi anche su: vota su OKNotizie vota su Diggita fav this with Technorati

Teatro Labrys - A Ripi c′è “Un Palcoscenico per tutti”

fabrizio di stante, regista e direttore artistico del festival

 

Prosegue con buon successo di pubblico la terza edizione a Ripi del Festival “Un palcoscenico per tutti – Festival dei laboratori teatrali”, ideato e oraganizzato dal Teatro Labrys, in collaborazione con il Comune di Ripi, Assessorato alla Cultura, la Regione Lazio e la Provincia di Frosinone.

Nel vasto e variegato panorama delle offerte serali della nostra provincia, mancava uno spazio adeguato e di risalto a tutti coloro che si impegnano nel teatro e per il teatro durante i laboratori teatrali, che offrisse un’occasione in più di aggregazione e di riflessione culturale ai cittadini ciociari nelle serate estive. Così nasce l’idea di “Un palcoscenico per tutti”, un festival per gli spettacoli di fine anno accademico dei vari laboratori invernali. La regola impone che ogni spettacolo proponga opere di autori diversi in uno scambio simbiotico di idee e stimoli tra gli stessi spettatori e le varie classi teatrali che nel corso dell’anno hanno lavorato duramente per mettere in scena quanto appreso durante il laboratorio.

«E’ una formula - ci dice il direttore artistico Fabrizio Di Stante - che sta dando ottimi risultati. Il Festival, così concepito, riesce a mettere in risalto energie e capacità artistiche del territorio che troppo spesso restano in sordina. Il pubblico apprezza e partecipa, e questo ci ricorda che l’organizzazione di eventi culturali non deve essere sempre legata alla presenza di grandi nomi, ma l’evento culturale deve arricchire e potenziare le risorse del nostro territorio».

“Un palcoscenico per tutti” è stato fortemente voluto dall’assessore alla cultura e vicesindaco del comune di Ripi, Prof. Roberto Zeppieri, che ha dichiarato «Il Festival è un evento che crescerà sempre di più, già stiamo pensando alla quarta edizione che coinvolgerà non soltanto la Provincia di Frosinone ma altre realtà della Regione Lazio».

Il Festival, iniziato il 21 luglio con lo spettacolo di cabaret “Si stava meglio quando si stava peggio, show”, terminerà il 29 agosto con uno spettacolo musicale itinerante per le vie del centro storico della compagnia italo-brasiliana “Sambarato” e con la rappresentazione dello spettacolo “Miseria e nobiltà” dei ragazzi del centro Afas di Monte San Giovanni Campano.

 

il laboratorio teatrale per adulti del red in scena al festival 2007

 

Stasera e domani, invece, nella piazza del Torrione, vedremo due nuovi spettacoli ricchi di comicità ed ironia. Alle ore 21 di stasera, martedì 4 agosto, è la volta di “Rumori fuori scena” pièce esilarante di Frayne su una compagnia teatrale professionista ma alquanto strampalata, che, volendo mettere in scena uno spettacolo comico, mischia le vicende private con quelle del testo da interpretare per  un risultato tutto da ridere: a cimentarsi in uno spettacolo così brillante e dal ritmo serrato, gli allievi del laboratorio teatrale per adulti del Centro Red di Frosinone gestito dalla cooperativa sociale Finisterrae, dove da anni si svolgono questo laboratorio e quello per bambini. Il nostro in bocca al lupo, dunque, stasera va ai ragazzi del laboratorio teatrale del Red: Paolo Di Rienzo, Marina Blasi, Giorgio Di Marco, Francesca Astrei, Maria Rosaria Pallante, Paolo D’Amata, Alessia Aubert, Alessandrina Scarapicchia, e al loro regista Fabrizio Di Stante, anche direttore artistico del Festival.

Mercoledì 5 agosto, invece, il palco sarà invaso dall’allegra e numerosa brigata di “Quelli che a Pitocco…”, giovane compagnia di Pitocco, appunto, che diretta dagli esordienti Giorgio Astrei e Noemi Ceci, metterà in scena “I promessi Sposi, la parodia”, versione tetral-musicale dello spettacolo televisivo del trio Marchesini, Lopez, Solenghi, che fece impazzire il pubblico d’inizio anni ’90.

Una piacevole occasione, per riunirsi nelle belle e calde serate d’estate in una delle piazze più panoramiche di Ripi e godere allo stesso tempo di un evento culturale di grande qualità e fruibilità.


Tag associati

Scrivi il tuo commento


in questo caso l'e-mail è obbligatoria)

Gli articoli più letti di sempre

Ricerca nel sito

Eventi

Parsifal

Le nostre coop

Lavoro e formazione

Opportunità nel sociale

Recensioni

libri, riviste, film, rapporti e ricerche sul sociale

  • La mia ′ndranghetaLa mia ′ndrangheta

    La sfida della «signora Malaluna» ad una delle più potenti ed efferate organizzazioni...